CASAPOUND ITALIA  

   

IL VELOCIZZATORE  

   

RNN - REDDITO NAZIONALE DI NATALITA'  

   

EVENTI FUTURI  

  • images/images/stories/slide/iohoquelchehodonato.jpg
  • images/images/stories/slide/volantino_rnn_A5_RGB.jpg
   

"Qui hanno ucciso Varese!" : azione di CasaPound Italia contro il degrado.

Varese, 2 aprile – Una scena del crimine allestita in diversi luoghi della città che nelle scorse settimane sono stati teatro di fatti di cronaca e un volantino che spiega “Qui hanno ucciso Varese”. CasaPound Italia Varese torna a protestare contro il degrado e l’insicurezza, scegliendo Viale Milano, Piazza Repubblica, Via Medaglie d'Oro e Via Bainsizza come simbolo delle condizioni in cui è sprofondata la città.

"Sono mesi che lanciamo appelli nel vuoto e - afferma in una nota il responsabile di Cpi Varese, Gabriele Bardelli - abbiamo dovuto attendere che fossero le forze dell'ordine a subire un assalto da parte di una trentina di immigrati per vedere qualche segnale di risposta della politica”.

“Anche tralasciando i fatti di cronaca più gravi, rapine con machete comprese – sottolinea Bardelli - è evidente da tempo che le condizioni di vivibilità delle periferie e di alcune zone del centro sono diventate inaccettabili. Negare una relazione tra il degrado in cui è precipitata la città e l'aumento incontrollato dell'immigrazione è una palese ipocrisia. Sarebbe sufficiente fare un giro la sera lungo Viale Borri o chiedere ai residenti di Via Bainsizza cosa pensano della situazione attuale e quale sia la loro percezione di sicurezza della zona”.

“Purtroppo – sottolinea ancora Cpi - la politica riserva le proprie attenzioni alle zone del centro, preoccupata dal fatto che la movida possa essere disturbata dal degrado e che le decine di immigrati che quotidianamente passano le proprie giornate ad ubriacarsi in zone suddivise su basi rigidamente etniche possano disturbare chi a Varese viene per lo shopping, per i ristoranti o per i locali. E intanto però foraggia quella stessa immigrazione che relega nei ghetti: è notizia di questi giorni lo stanziamento di 4 milioni di euro per la gestione di 500 profughi da qui a fine anno”.

“Fondi destinati a riempire le tasche dei soliti noti, che con la scusa dell’accoglienza – conclude Bardelli - si arricchiscono con i soldi pubblici, mentre le famiglie italiane restano sempre sullo sfondo, dimenticate e abbandonate in uno stato di necessità che spesso è estrema, come abbiamo constatato nei mesi trascorsi ad assisterle”.

 

This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

 

 

quivolantino

 

qui1

qui2

qui3

qui4

qui5

 

Condividi

Cittadinanza a indiana che non parla italiano, striscione di CasaPound Varese alla Prefettura

Varese, 12 marzo - "Tu chiamala se vuoi...integrazione". È quanto si legge sullo striscione affisso da CasaPound Italia Varese nei pressi della Prefettura per protestare contro la decisione del Prefetto di concedere la cittadinanza a una donna indiana che non conosce la nostra lingua.

"La cittadinanza italiana – spiega il responsabile di Cpi Varese, Gabriele Bardelli – è stata ridotta a una mera questione burocratica, in cui non importa se sei integrato o integrabile, perché non ti viene richiesto nemmeno di sapere l’italiano, figurarsi di conoscere la nostra storia e la nostra cultura”.

“Inoltre, nel centenario della Grande Guerra, regalare la cittadinanza italiana per pura semplificazione amministrativa è offensivo – conclude Bardelli - nei confronti di coloro i quali, scelsero di immolarsi, per poter morire da italiani".

This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
 
 
integrazione 2
Condividi

CasaPound Varese presenta: "Varese e la mistica della Rivoluzione". Incontro e dibattito sulla figura di Niccolò Giani.

Varese, 4 marzo - Sabato 14 marzo, in occasione del 74esimo anniversario della morte di Niccolò Giani, CasaPound Varese presenta: "Varese e la mistica della Rivoluzione". Un incontro/dibattito sulla figura di Giani, sui suoi stretti legami con la città di Varese e sul ruolo della Scuola di mistica fascista, di cui fu principale animatore.

Interverranno:
Adriano Scianca (Giornalista)
Alessandro Moroni (CPI Varese)
Stefano Beccardi (CPI Varese)
 
 
11009717 10206392070988429 7214176533619651499 n
 
Condividi

Varese: fermiamo il degrado, Varese scompare.

degradovaresemanifesto

Condividi

Varese: inaugurazione nuova sede CasaPound Italia

inaugurazione sede varese

Condividi

CasaPound ricorda Ezra Pound con striscioni in tutta la Lombardia

Varese, 1 novembre – “Io credo più nelle cose che nelle parole. Ezra Pound”. È quanto si legge sugli striscioni affissi da CasaPound Italia in tutte le province della Lombardia, per ricordare il grande poeta americano nelle date a cavallo tra l’anniversario della nascita, avvenuta il 30 ottobre 1885, e della morte, il 1° novembre 1972.
“A oltre 40 anni dalla scomparsa – spiega Cpi Lombardia – Pound si dimostra ancora quanto mai attuale, una guida profetica nella visione e nella lettura della politica, dell’economia e della realtà nel suo complesso”.
“Credere nelle cose più che nelle parole oggi significa, per esempio, non lasciarsi abbindolare da un primo ministro che è capace solo di parlare e il cui maggiore talento – sottolinea il movimento - è nascondere dietro metafore a effetto e one man show una politica asservita agli interessi dei poteri forti e tutta orientata allo smantellamento dello stato sociale, dalla previdenza alla sanità”.
“Ancora una volta, dunque, Pound indica la strada e tutti, a partire dalla classe politica di questo Paese, dovrebbero riscoprirne il messaggio e gli insegnamenti: quelli più prettamente economici e politici, ma anche quelli sul senso della bellezza, del sacro e dello stare al mondo con la schiena dritta. Oggi, forse – conclude Cpi - non staremmo a discutere dei drammi della crisi, ma della potenza del riscatto”.
 
This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
 
 
milanoMilano
 
bergamo
 Bergamo
 
brescia
 Brescia
 
cremona
 Cremona
 
varese
 Varese
 
pavia
 Voghera (PV)
Condividi
   

WEBSUPPORTER  

   

MUTUO SOCIALE  

   

IMMIGRAZIONE  

   

SUPPORTA CPI  

   

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per maggiori informazioni http:/casapoundlombardia.org/index.php/en/privacymativa-sui-cookie

MOD_COOKIESACCEPT_ACCEPT
   
© 2013 - CasaPound Italia Lombardia