CASAPOUND ITALIA  

   

IL VELOCIZZATORE  

   

RNN - REDDITO NAZIONALE DI NATALITA'  

   

EVENTI FUTURI  

  • images/images/stories/slide/iohoquelchehodonato.jpg
  • images/images/stories/slide/volantino_rnn_A5_RGB.jpg
   

Pavia: "#Cambiamodavvero solo uno slogan elettorale per Depaoli", CasaPound dal DEA a Viale Matteotti contro il degrado pavese

Pavia: "#Cambiamodavvero solo uno slogan elettorale per Depaoli", CasaPound dal DEA a Viale Matteotti contro il degrado pavese Pavia, 01 luglio - "#Cambiamodavvero: la DEA di Pavia tra rom, furti ed immondizia" e "#Cambiamodavvero: basta feccia in Viale Matteotti". È quanto si legge sugli striscioni affissi da CasaPound Italia Pavia rispettivamente al Dea del Policlinico San Matteo e sull'allea Matteotti. Insieme agli striscioni, sono state lasciate anche sagome di agenti della polizia locale "per sottolineare l'incuria in cui è abbandonata la città". "Le persone che quotidianamente frequentano l'ospedale - si legge in una nota di Cpi Pavia - si trovano catapultate in quella che sembra essere una favelas più che un'eccellenza della sanità italiana. Tra i viali del San Matteo si è perso il conto dei furti di biciclette, mentre sotto la torre del DEA troviamo una vera e propria discarica". "Per non farsi mancare nulla - prosegue Cpi - quasi ogni mese il parcheggio si trasforma in un campo rom abusivo con tanto di lunghi fili attaccati agli alberi per asciugare i panni e, ciliegina sulla torta, galline di proprietà degli stessi rom che girano liberamente. Impossibile dimenticare, tra gli altri, i venditori abusivi che si aggirano indisturbati tra le auto in sosta". "Stesso discorso - continua la nota - per Viale Matteotti con la sua allea sulla quale, a partire da febbraio, si è assistito ad un incremento preoccupante di reati. Partiamo dagli arresti per spaccio, passando per l'aggressione ai danni di un operatore ASM e finendo con un tentativo di stupro verso una diciannovenne. Oltre a danneggiare l'immagine di Pavia la situazione di Viale Matteotti spacca la maggioranza. Il consigliere Luigi Furini, membro del Partito Democratico e della maggioranza locale, attacca la sua stessa giunta sostenendo come la politica debba prendere in mano la situazione, avvalorando le tesi che sosteniamo da anni".
 

 

az4az3az2az1

Condividi

CasaPound Italia Pavia presenta, in collaborazione con il Circolo Culturale Salvatore Frisina, il romanzo "La valle del nulla".

CasaPound Italia Pavia presenta, in collaborazione con il Circolo Culturale Salvatore Frisina, il romanzo "La valle del nulla". Interverranno l'autore Cesare Ferri, Lorenzo Cafarchio (Cpi Pavia) e Giovanni Bottazzi (Presidente del Circolo Culturale Salvatore Frisina). Un volume che affronta la lotta dell'uomo contro la società materialistica, del funambolo nietzschiano alla ricerca dell'oltreuomo. La serata si terrà al bar Leon d'Oro in P.zza Duomo a Voghera (Pv) con inizio dalle ore 17:30.

conf vogh

 

 

 

Condividi

Voghera: CasaPound, "Il nostro territorio non è un parco giochi. Vogheraland sia occasione di rilancio, non di nuove cementificazioni"

Voghera, 26 maggio - "Il nostro territorio non è un parco giochi". È quanto si legge sugli striscioni affissi da CasaPound Italia Pavia sulla statale che collega Voghera a Rivanazzano Terme e a Pontecurone, in provincia di Alessandra, realtà interessate dal progetto della cosiddetta Vogheraland. "L’Oltrepò pavese - si legge in una nota di Cpi Pavia - è un’area ad alta vocazione agricola. Continuare a cementificare significa, oltre che violentarla, agire contro ogni principio logico. Così si distrugge l’identità e il futuro di un intero territorio". "Il nostro territorio, invece - prosegue Cpi - ha bisogno di vedere rilanciate le sue potenzialità turistiche, a cominciare proprio dalla sua vocazione enogastronomia. Un eventuale parco giochi deve essere inserito in un piano strategico che parta da questo presupposto. Le autorità politiche locali, però, sono andate in tutt'altra direzione: hanno preferito svendere questo lembo di terra alle multinazionali capaci di rendere Voghera, e i paesi vicini, una delle zone in Europa con il più alto tasso di grandi centri commerciali per numero di abitanti". "Bisogna evitare che il progetto del parco giochi diventi l’ennesima ferita inferta a queste zone. Per la struttura, che dovrebbe interessare 3 milioni di metri quadrati di terra, esistono già luoghi che si potrebbero utilizzare senza danneggiare l’hinterland vogherese e, anzi, avviando una riqualificazione di aree in abbandono. Un esempio per tutti, valido anche - conclude Cpi Pavia - per la vicinanza dell’autostrada: l’ex zuccherificio di Casei Gerola, ormai ridotto da tempo a carcassa abbandonata al suo destino".

 

voghera parco2

 

voghera parco

 

 

 

Condividi

STRADELLA: Protesta degli immigrati?

Protesta degli immigrati? Siamo andati davanti al Municipio del comune di Stradella per ribadire un concetto: siamo pronti a difendere le nostre città, in ogni circostanza. La Grande Sostituzione, espressione coniata dallo scrittore francese Renaud Camus, è un cancro che affama gli italiani ed arricchisce i criminali avidi nello sfruttare l'immigrazione come fonte di guadagno.
 
Condividi

Pavia: CasaPound chiede sicurezza in viale Campari

Pavia: CasaPound chiede sicurezza in viale Campari, “Con l’amministrazione Depaoli situazione allo sbando” Pavia, 7 apr – “#Cambiadavvero: sicurezza in viale Campari”. E’ quanto si legge sullo striscione affisso da CasaPound Italia Pavia sulla recinzione del parco di Viale Campari, nei pressi della caserma dei pompieri. "Il parco – ricorda il movimento - dovrebbe essere un punto di ritrovo per famiglie e bambini, invece, come lamentano residenti e commercianti, è diventato una zona franca per spaccio, violenze e per un gruppo di rom che non si capisce quale attività vi svolgano. Eppure, fino a qualche anno fa, questa era un’area tranquilla”. “Al sindaco Depaoli, quindi, chiediamo una cosa semplice: un intervento di risanamento, se non altro per riportare le cose alla normalità. Prendiamo atto che l’amministrazione non è in grado di migliorarle, ma almeno – conclude CasaPound Pavia – non le mandi in rovina”.

campari

Condividi

STRADELLA: CASAPOUND IN CONSIGLIO COMUNALE CON LE MAGLIETTE "BENVENUTI A DEGRADOLAND".

STRADELLA: CASAPOUND IN CONSIGLIO COMUNALE CON LE MAGLIETTE "BENVENUTI A DEGRADOLAND". Stradella, 28 mar - "Benvenuti a Degradoland". È la frase che si leggeva sulle magliette indossate dai ragazzi di CasaPound Italia Pavia durante i lavori del Consiglio comunale di Stradella. I militanti del movimento sono stati denunciati dal sindaco, Piergiorgio Maggi, per diffamazione del Comune, dopo l'affissione di uno striscione, lo scorso 7 marzo, in cui compariva la stessa frase delle t-shirt. "Ci siamo presentati in Consiglio comunale - spiega una nota di Cpi Pavia - per ribadire il concetto che Stradella è vittima dell'incuria. Inoltre vorremmo ricordare al Sindaco Maggi l'articolo 21 della Costituzione: 'Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione'". "In ogni caso, Maggi si rassegni: i tentativi di impedirci di intervenire sulle difficoltà del territorio e sulle inefficienze amministrative con le denunce non funzionano. Semmai, confermano che abbiamo toccato un tasto dolente, che in questo caso è il deterioramento delle condizioni di vita a Stradella".
 
 
degrado4degrado3
 
 
 
degrado2 
 
 
 
Condividi

Subcategories

   

WEBSUPPORTER  

   

MUTUO SOCIALE  

   

IMMIGRAZIONE  

   

SUPPORTA CPI  

   

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per maggiori informazioni http:/casapoundlombardia.org/index.php/en/privacymativa-sui-cookie

MOD_COOKIESACCEPT_ACCEPT
   
© 2013 - CasaPound Italia Lombardia