CASAPOUND ITALIA  

   

IL VELOCIZZATORE  

   

RNN - REDDITO NAZIONALE DI NATALITA'  

   

EVENTI FUTURI  

  • images/images/stories/slide/iohoquelchehodonato.jpg
  • images/images/stories/slide/volantino_rnn_A5_RGB.jpg
   

Lombardia : CasaPound su Mare Nostrum, “Importiamo schiavi, produciamo disoccupati”

Brescia, 31 Luglio - "Mare Nostrum: importiamo schiavi, produciamo disoccupati". È quanto si legge sugli striscioni affissi da CasaPound Italia Brescia a Corda Molle (loc. Fascia d'Oro) a Montichiari (BS) e fuori dalla Caserma P. Serini a Montichiari (BS) , nell’ambito di un’azione che si è svolta in tutte le province lombarde.

“Il Viminale – ricorda una nota di Cpi – ha preparato un piano per cui la Lombardia, per fine agosto, potrebbe dover accogliere 6mila nuovi immigrati, arrivati con gli sbarchi dell’estate”.

“Le stime – prosegue il movimento - dicono che entro il mese il numero complessivo di clandestini arrivati nel 2014 avrà toccato quota 100mila. Altri 100mila disperati che, illusi dalle parole d’ordine buoniste della politica italiana, rischiano la vita per finire sfruttati come schiavi o arruolati dalla criminalità”.

“Altri 100mila disperati che ci costano 700 milioni per l’assistenza, ai quali vanno aggiunti i 9 milioni al mese che spendiamo per mantenere l’operazione Mare Nostrum”.

“Un governo serio, soprattutto in un momento di crisi come questa, concentrerebbe gli sforzi sulle azioni diplomatiche nei Paesi di imbarco e in Europa. Invece – sottolinea Cpi – i governi italiani continuano a sottrarre soldi alla nostra economia, per buttarli in azioni che, come dimostra la cronaca, non servono né a salvare vite né a garantire la benché minima forma di inserimento sociale di queste persone. Il tutto – conclude il movimento - in una situazione in cui, secondo gli ultimi dati Istat, il 12,6% delle famiglie italiane vive in uno stato di povertà relativa e il 7,9% in uno stato di povertà assoluta”.

This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
 
 
 
brescia
Corda Molle località Fascia d'Oro - Montichiari (BS)
 
 
brescia2
Caserma P. Serini - Montichiari (BS)
 
Condividi

Brescia: CasaPound contro il “pizzo” dei parcheggi. “Costi folli, all’ospedale sia gratuito”.

Brescia, 24 luglio – “Spremuta di contribuente”. È quanto si legge sui contenitori in tetrapak che i militanti di CasaPound Italia, nella notte, hanno attaccato ai parchimetri del pronto soccorso dell’ospedale civile di Brescia, di Sulzano e di Manerbio per protestare contro i prezzi dei parcheggi, che sono “usura per i cittadini, pizzo per gli esercenti” e per chiedere “parcheggi gratuiti per gli ospedali”.

“Per quanto riguarda l’ospedale civile di Brescia – si legge in una nota del movimento - è scandaloso che si debbano pagare 1,70€ l’ora e per ogni frazione di ora successiva. Chi va in ospedale lo fa per effettivo stato di bisogno. Non si lucra sulle disgrazie! Per questo chiediamo che le tariffe del parcheggio siano abbassate e che siano predisposte delle fasce orarie gratuite in concomitanza con gli orari di visita dei degenti”.

“I centri storici, poi – prosegue Cpi - devono essere sostenuti e rivitalizzanti ed è intollerabile che le amministrazioni comunali decidano di finanziarsi andando continuamente a frugare nelle tasche di cittadini e imprese. In questo modo si distrugge il ruolo economico e sociale dei centri storici, a vantaggio dei centri commerciali e della grande distribuzione.” “Infine – conclude la nota - a Sulzano, come in altre località turistiche, i parcheggi a pagamento diventano un’ulteriore tassa sul turismo: su tutto il lungolago sono completamente assenti i parcheggi liberi e a farne le spese non sono solo i residenti e le attività economiche, ma anche gli abitanti di Monte Isola, che sono collegati alla terra ferma con Sulzano e che, quindi, sono penalizzati due volte”.

This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

 

 

parcheggiospedale web

spremuta web

strisceblu web

10567453 1488910598017006 1441016334 n

10567873 962947423735261 1432723435 o

10543782 830904720262752 1674269015 n

10566451 962929583737045 1958252413 n

10567406 962929627070374 1546130486 n

10528143 962929413737062 1933787528 n

Condividi

Taricone: ‘Pietro vola libero’, striscioni a firma CasaPound per ricordarlo a 4 anni dalla morte

Brescia, 29 giugno – Striscioni in tutta Italia per ricordare Pietro Taricone nel quarto anniversario della morte. “Pietro, fratello nostro, vola libero!” la scritta spuntata nella notte su muri e cavalcavia di oltre 40 città dal nord al sud del Paese per iniziativa di CasaPound Italia e di Istinto rapace, il gruppo di paracadutismo sportivo che proprio Taricone aveva tenuto a battesimo nel 2010, pochi mesi prima dell'incidente di volo che gli è costato la vita. '“Pietro non c’è più ma vive ancora nel nostri cuori – sottolinea Cpi in una nota – E l’omaggio che abbiamo voluto tributargli anche quest’anno è un modo per ricordarlo a tutti coloro che lo hanno amato, non solo come attore, ma come uomo libero che non si è sottomesso alle regole spietate dello show business e come italiano sempre pronto a lottare per le proprie idee”.

This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
 
brescia1
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Condividi

Venner, striscioni di CasaPound in 50 città in onore dello scrittore dal “cuore ribelle"

Milano, 21 maggio - “Onore a Dominique Venner, cuore ribelle’’. Questa la scritta sugli striscioni affissi in una cinquantina di città italiane dai militanti di CasaPound Italia per ricordare lo storico francese che si è dato volontariamente la morte il 21 maggio di un anno fa a Notre Dame, a Parigi. La figura dello scrittore verrà peraltro commemorata stasera nella sede romana di Cpi, in via Napoleone III numero 8, alle 21, grazie ai ricordi personali di Fabrice, l'uomo scelto da Venner come testimone nel momento del suo estremo sacrificio, compiuto per svegliare gli europei dal sonno della decadenza.

 

www.casapounditalia.org

 

Foto striscioni in Lombardia

 

milano
Milano
 
bergamo
Bergamo
 
brescia
 Brescia
 
cremona
 Cremona

 

lecco

Lecco

 

varese

 Varese

 

voghera

Voghera

 

Condividi

21 novembre: Festa dell' Albero

Ambiente: La Foresta che Avanza celebra la Festa dell’Albero, un arbusto in ogni Comune per dire ‘Mai più alluvioni’

Brescia, 21 novembre – Un albero piantato in ogni Comune e striscioni con su scritto ‘’Amate gli alberi come amereste i vostri figli". Così la Foresta che Avanza ha ricordato anche quest’anno, come ogni 21 di Novembre, la Festa dell'Albero istituita in Italia da Arnaldo Mussolini. Una ricorrenza che il gruppo ambientalista ha voluto dedicare al popolo sardo, che, spiega in una nota il responsabile nazionale dell’associazione, Alberto Mereu, ‘’si trova ad affrontare con grande dignità una situazione tragica causata anche dall'incuria ambientale e da un dissesto idrogeologico provocato da chi sul grigio altare del profitto sacrifica il nostro patrimonio ambientale"."Riteniamo doveroso prenderci cura del nostro territorio con atti concreti e visibili da chiunque – spiega Mereu – e per questo siamo felici di portare avanti la tradizione della festa dell'albero. ‘Amate gli alberi come amereste i vostri figli’ si legge sui nostri striscioni, e la scelta di questa frase non è casuale: non vi è futuro senza figli, così come non vi è futuro ambientale senza alberi. Troppo spesso le istituzioni non danno il giusto peso all'ambiente portando le nuove generazioni a percepire gli alberi come accessori urbani, prosciugandoli del loro valore spirituale; noi crediamo che essi meritino di tornare alla giusta considerazione, della quale godevano in epoche più civili rispetto a quella che la nostra Nazione vive oggi’’

 
brescia
 
Condividi

Brescia: Sabato fascista 21 settembre

sabatofascista bassa

Aperitivo e risotto alla Guinness dalla ore 16.00 in poi!
 
Casa Leonessa d'Italia via Mazzini 125, San Vigilio di Concesio (BS)
info: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
Condividi
   

WEBSUPPORTER  

   

MUTUO SOCIALE  

   

IMMIGRAZIONE  

   

SUPPORTA CPI  

   

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per maggiori informazioni http:/casapoundlombardia.org/index.php/en/privacymativa-sui-cookie

MOD_COOKIESACCEPT_ACCEPT
   
© 2013 - CasaPound Italia Lombardia