CASAPOUND ITALIA  

   

IL VELOCIZZATORE  

   

RNN - REDDITO NAZIONALE DI NATALITA'  

   

EVENTI FUTURI  

  • images/images/stories/slide/iohoquelchehodonato.jpg
  • images/images/stories/slide/volantino_rnn_A5_RGB.jpg
   

Bergamo: CasaPound a Gori, "Il piano sicurezza con i rifugiati? Testalo prima a casa tua"

Bergamo, 17 dicembre - "A guardia nei parchi, perché non in quello della tua villa, sindaco?". 

È quanto si legge sullo striscione affisso da CasaPound Italia Bergamo a porta Sant'Agostino, dopo la proposta di Gori di impiegare i richiedenti asilo e rifugiati come addetti alla sicurezza nei parchi cittadini e, in particolare, “per vigilare sull’attività dei bambini”.
"Le parole di Gori – si legge in una nota di Cpi Bergamo - hanno dell'incredibile. Pensare di far fare le ronde in città ai richiedenti asilo (composti per il 90% da persone che non hanno il diritto a ottenere lo status di rifugiato) o di metterli a sorvegliare i bambini significa voler ignorare del tutto le molte criticità che una situazione del genere comporterebbe”. 

"Facciamo una contro-proposta: il sindaco – conclude Cpi Bergamo - avvii la sperimentazione nel parco della sua villa, per la sicurezza sua e della sua famiglia, e si faccia poi carico di garantire personalmente sulla competenza e sull’affidabilità dei rifugiati chiamati ad assicurare la sicurezza dei parchi e dei bambini di Bergamo”.

Parchi

Condividi

Romano di Lombardia: CasaPound in piazza dopo l'aggressione a due bambini da parte di un immigrato, "Fatti inaccettabili, la pazienza è finita"

Bergamo, 13 novembre - "Continuate a chiamarle risorse?". È la frase che si legge sullo striscione esposto da CasaPound Italia Bergamo durante la manifestazione presso piazza Roma a Romano di Lombardia, indetta dopo che un immigrato ha aggredito in pieno giorno due ragazzini nel centro del paese.

"La situazione è sfuggita di mano - si legge in una nota di Cpi Bergamo - e a pagare sono sempre i più deboli. Quello che fino a qualche anno fa era un comune tranquillo si sta trasformando in un ghetto, l'ennesimo prodotto di una politica migratoria nefasta".

"Siamo scesi in piazza con i cittadini di Romano - sottolinea il movimento- su loro richiesta, per combattere insieme a loro questa battaglia. Non siamo più disposti a tollerare che nel nome del capitale, delle cooperative e della grande industria i nostri concittadini abbiano la peggio a fronte di 'risorse' sempre più legate a crimini e cronaca nera".

"Insieme ai cittadini romanesi - conclude Cpi - chiediamo giustizia per i due bambini di 11 anni aggrediti da un nordafricano, perché non riaccadano drammi simili nella nostra provincia e nella nostra città". 

RDL 1

RDL 3

Condividi

Bergamo: CasaPound contro il degrado in stazione, "Per intervenire il sindaco aspetta il morto?"

Bergamo, 9 novembre - "Attenzione, zona pericolosa". È l'avvertimento che si legge sulle locandine affisse da CasaPound Italia Bergamo vicino alla stazione ferroviaria e a quella dei pullman, ormai sempre più spesso teatro di gravi aggressioni, anche in pieno giorno.

"Ormai - si legge in una nota di Cpi - siamo al bollettino di guerra. Una situazione che sembra essere tollerata dal sindaco che appare più interessato alle comparsate televisive, che alla soluzione di problemi".

"I cittadini - sottolinea il movimento - sono stanchi di non sentirsi più sicuri nella propria città, governata in sempre più zone dalla legge della giungla invece della legge italiana".

"Chiediamo che le risorse del comparto sicurezza vengano impiegate per garantire la sicurezza dei nostri concittadini, in maniera convincente ed efficace, senza dover attendere il primo caduto di questa sorta di guerra urbana".

 

degrado

Condividi

Grecia: CasaPound ricorda ‘Manolis e Giorgos Immortali’, striscioni in cento città e delegazione a commemorazione Atene

Roma, 2 novembre - Striscioni in cento città italiane con la scritta “Manolis e Giorgos Immortali” e la presenza di una delegazione di Cpi alla commemorazione organizzata ad Atene da Alba dorata: così, anche quest’anno, CasaPound Italia ha voluto ricordare Manolis Kapelonis e Giorgos Fountoulis, i due militanti di Alba Dorata assassinati ad Atene il 1 novembre del 2013.
"Manolis e Giorgos sono nostri fratelli: avevano scelto di impegnarsi per la loro Nazione senza chiedere nulla in cambio, come ogni giorno fanno i militanti di CasaPound nelle strade e nelle piazze di tutta Italia - sottolinea in una nota il leader di CasaPound Gianluca Iannone – A tre anni dal loro insensato e brutale assassinio vogliamo ricordarli come un eterno esempio di militanza e sacrificio”.

 

Foto striscioni lombardi

milano
Milano 
 
bergamo
Bergamo
 
brescia
Brescia
 
cremona
Cremona
 
lecco
Lecco
 
legnano
Legnano (MI)
 
voghera
Voghera (PV)
Condividi

Sgombero Colosseo, striscioni CasaPound in 100 città: "Difendere gli italiani non è reato. Simone Di Stefano libero"

Milano, 26 ottobre - "Difendere gli italiani non è reato. Simone Di Stefano libero". Questi gli striscioni affissi questa notte in cento città italiane in solidarietà a Simone Di Stefano, il vicepresidente di CasaPound Italia ai domiciliari dal 29 settembre scorso per essersi pacificamente opposto al brutale sgombero di due famiglie italiane in stato di grave disagio sociale dalla palazzina di via del Colosseo che occupavano da 30 anni, pagando peraltro una indennità di occupazione al Comune.
 
"Simone Di Stefano è ai domiciliari da quasi un mese per avere difeso due famiglie italiane con anziani e disabili dalla violenza inumana di uno sgombero senza alternative - sottolinea il leader di CasaPound Gianluca Iannone - E da quasi un mese quelle stesse famiglie sono costrette a vivere dell'ospitalità di chi le ha accolte, senza nessuna prospettiva per il futuro. Il Campidoglio, infatti, dopo averle messe in mezzo a una strada, non solo non ha trovato per loro nessuna soluzione nemmeno temporanea ma in questi 27 giorni non si è mai degnato di contattarle o riceverle. A prescindere da quale sia il prezzo da pagare, CasaPound continuerà ad essere al loro fianco e al fianco di tutti gli italiani di cui Pd e M5S pensano di poter fare carne da macello perché non hanno padrini a cui votarsi".
 
Foto striscioni lombardi:
 
milano
Milano
 
altomilanese
Altomilanese
 
bergamo
 Bergamo
 
brescia
 Brescia
 
cremona
 Cremona
 
lecco
 Lecco
 
pavia
 Pavia
 
varese
 Varese
 
 
Condividi

CasaPound: “Un guerriero vive per sempre”, striscioni in 90 città per ricordare Dmytro

Roma, 5 febbraio – “Essere un guerriero significa vivere per sempre. Dmytro presente!”. E’ questa la scritta sugli striscioni affissi da CasaPound Italia in una novantina di città italiane nel terzo anniversario della morte di Dmytro Yakovets, il 23enne ucraino travolto e ucciso da un treno a Lviv mentre affiggeva uno striscione di solidarietà ad alcuni militanti di Cpi ingiustamente arrestati a Napoli nell’ambito di un’inchiesta scattata subito prima delle elezioni del 2013.
 
 
milanoMilano
 
bergamo
 Bergamo
 
brescia
 Brescia
 
cremona
 Cremona
 
pavia
 Pavia
 
varese
 Varese
 
 
Condividi
   

WEBSUPPORTER  

   

MUTUO SOCIALE  

   

IMMIGRAZIONE  

   

SUPPORTA CPI  

   

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per maggiori informazioni http:/casapoundlombardia.org/index.php/en/privacymativa-sui-cookie

MOD_COOKIESACCEPT_ACCEPT
   
© 2013 - CasaPound Italia Lombardia