CASAPOUND ITALIA  

   

IL VELOCIZZATORE  

   

RNN - REDDITO NAZIONALE DI NATALITA'  

   

EVENTI FUTURI  

  • images/images/stories/slide/iohoquelchehodonato.jpg
  • images/images/stories/slide/volantino_rnn_A5_RGB.jpg
   

Cremona: aggressione a militanti di CPI da aderenti centri sociali

Cremona, 17 marzo – Trentacinque giorni di prognosi in tre. È il bilancio dell’aggressione subita nella notte dai militanti di CasaPound Cremona da parte di un gruppo di aderenti ai centri sociali. A darne notizia è il responsabile cittadino di Cpi Gian Galli, spiegando che “la violenza è stata particolarmente vigliacca, visto che ha avuto i connotati della vera e propria imboscata”.

“Un nostro militante – spiega Galli – è stato aggredito da una decina di antagonisti mentre tornava a casa, dopo la conferenza storica con l’autore del libro “Onore ai Marò” e ultimo reduce della X Mas, Tancredi Premaschi, che avevamo svolto nella nostra sede di via Geromini, ‘Stoccafisso’”. “Gli altri militanti – prosegue Galli - sono stati aggrediti in un secondo momento, quando si sono mossi per soccorrere il primo: davanti al locale ‘Chocolate’, sotto la galleria XXV aprile, sono stati raggiunti da un gruppo di unaventina di persone, armate di spranghe e bottiglie”.

 

“Due dei ragazzi aggrediti – chiarisce Galli – sono stati dimessi, mentre il terzo è ancora ricoverato. Questo è l’epilogo del clima di tensione creato dai centri sociali già durante la settimana, quando il relatore della conferenza, classe 1925, è stato più volte minacciato di morte per telefono. Il tutto, naturalmente – conclude l’esponente di Cpi – nella totale indifferenza delle istituzioni”.

 

 

 

Condividi
   

WEBSUPPORTER  

   

MUTUO SOCIALE  

   

IMMIGRAZIONE  

   

SUPPORTA CPI  

   

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per maggiori informazioni http:/casapoundlombardia.org/index.php/en/privacymativa-sui-cookie

MOD_COOKIESACCEPT_ACCEPT
   
© 2013 - CasaPound Italia Lombardia