CASAPOUND ITALIA  

   

IL VELOCIZZATORE  

   

RNN - REDDITO NAZIONALE DI NATALITA'  

   

EVENTI FUTURI  

  • images/images/stories/slide/iohoquelchehodonato.jpg
  • images/images/stories/slide/volantino_rnn_A5_RGB.jpg
   

CPI Cremona: No al governo dei banchieri ma stato sociale

Cremona, 15 marzo - Nella notte del 15 marzo, i militanti di CasaPound Cremona sono scesi in strada ad apporre manifesti contro il governo Monti a favore di un nuovo modello sociale che si occupi dei cittadini e dei lavoratori.

"Questi manifesti hanno lo scopo di ricordare ai sindacati -afferma Gianluca Galli, responsabile provinciale di CasaPound Italia- che con il fascismo e la “Carta del lavoro” del 1927 sono state ufficializzate le leggi per tutelare i lavoratori, italiani e stranieri, mentre questo oggi non accade. Abbiamo esposto le date di fondazione di INPS (1935) e INAIL (1933). Davanti alle scuole ricordiamo chi ha istituito la scuola dell'obbligo e chi, unico nella storia d'Italia, ha attuato una riforma scolastica efficiente. Infine vogliamo sottolineare che la raccolta differenziata porta a porta nasce nel 1929, mentre Cremona non è in grado di riattuarla in maniera efficiente e di coprire l’intera città con questo servizio".

"Rimarchiamo quindi la nostra contrarietà a questo governo -conclude Galli- che non si occupa dei suoi cittadini ma elargisce soltanto soldi alle banche. Mario Monti è stato advisor della Goldman Sachs, presidente europeo della Trilateral Commission e membro attivo del gruppo Bilderberg. Questo dice tutto. Vogliamo dire alla nostra città che in passato è stato messo in pratica un modello di stato sociale efficiente, in grado di raggiungere l'attivo di bilancio e contemporaneamente offrire servizi importanti al popolo Italiano".

 

 

manifesto-CPI-stato-sociale

 

 

 

cremona statosociale1

 

cremona statosociale

Condividi
   

WEBSUPPORTER  

   

MUTUO SOCIALE  

   

IMMIGRAZIONE  

   

SUPPORTA CPI  

   

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per maggiori informazioni http:/casapoundlombardia.org/index.php/en/privacymativa-sui-cookie

MOD_COOKIESACCEPT_ACCEPT
   
© 2013 - CasaPound Italia Lombardia