CASAPOUND ITALIA  

   

IL VELOCIZZATORE  

   

RNN - REDDITO NAZIONALE DI NATALITA'  

   

EVENTI FUTURI  

  • images/images/stories/slide/iohoquelchehodonato.jpg
  • images/images/stories/slide/volantino_rnn_A5_RGB.jpg
   

CPI Bergamo: La verità non può essere infoibata

Bergamo,10 Febbraio - Nella ricorrenza istituzionale del Giorno del Ricordo, CasaPound Italia Bergamo ricorda e rende onore alle migliaia di italiani infoibati nelle terre Italiane di Nord-Est con uno striscione, posto lungo il Sentierone, proprio di fronte al Comune di Bergamo - cuore della vita cittadina -, recante la scritta 'La verità non può essere infoibata'.

“Non dimenticare, oggi, è, a tutti gli effetti, un atto rivoluzionario – afferma Alberto Brandolin, responsabile provinciale di CasaPound Italia Bergamo – che intende contribuire a riscattare la memoria tradita delle migliaia di italiani infoibati dalla furia slavo-comunista.

 

E’ inaccettabile che, a più di mezzo secolo dalla fine della Seconda Guerra Mondiale, ricercare e affermare la verità storica sia da più parti considerato alla stregua di un reato d’opinione.

È aberrante che i più giovani ignorino, per deficit didattico e, talora, ostruzionismo di una classe docente ideologizzata, la portata devastante della pulizia etnica perpetrata ai danni della popolazione italiana del Nord-Est, con rastrellamenti, deportazioni, torture e dolorosi esodi di massa.

 

È insostenibile che, nel 2011, ancora si assista, inermi ed inerti, ad ignobili provocazioni la cui (nemmeno troppo) velata intenzione – totalmente avulsa dalla realtà storica - pare essere quella di presentare gli infoibamenti della Nostra gente come 'una, tutto sommato, comprensibile e giustificata reazione all’occupazione italiana di quelle terre'.

Affermare, con forza, che 'La verità non può essere infoibata', in quest’Italia centocinquantenaria eppur dimentica dei propri morti, è un atto doveroso a fronte degli innumerevoli tentativi di negare, sminuire o dimenticare una delle pagine più dolorose della nostra storia.

 

È quindi una necessità morale, in particolare nella giornata di oggi, 10 Febbraio, fare del Ricordo di quella tragedia la propria bandiera; fare della memoria di quell’eccidio la propria arma contro l’ignoranza, la vigliacca indifferenza e il velenoso odio ideologico."

 

 

CasaPound Italia Bergamo

Per info: 3284397701

 

bergamo foibe1

Condividi
   

WEBSUPPORTER  

   

MUTUO SOCIALE  

   

IMMIGRAZIONE  

   

SUPPORTA CPI  

   

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per maggiori informazioni http:/casapoundlombardia.org/index.php/en/privacymativa-sui-cookie

MOD_COOKIESACCEPT_ACCEPT
   
© 2013 - CasaPound Italia Lombardia