CASAPOUND ITALIA  

   

IL VELOCIZZATORE  

   

RNN - REDDITO NAZIONALE DI NATALITA'  

   

EVENTI FUTURI  

  • images/images/stories/slide/iohoquelchehodonato.jpg
  • images/images/stories/slide/volantino_rnn_A5_RGB.jpg
   

Varese: torna la raccolta alimentare di CasaPound per gli italiani in difficoltà, “Un aiuto concreto del nostro popolo”

Varese, 23 settembre – Riparte domani, giovedì 24 settembre, la raccolta alimentare in favore delle famiglie italiane in difficoltà promossa da CasaPound Italia Varese. 
“L’anno scorso – spiega il responsabile provinciale di Cpi Varese, Gabriele Bardelli - sono state seguite con continuità diverse famiglie, molte delle quali monoparentali con figli minori a carico.
Inoltre, sempre più italiani ci contattano, riconoscendoci di fatto come unico baluardo a difesa dei nostri concittadini colpiti dalla crisi. Da qui – chiarisce Bardelli - la scelta di proseguire il nostro impegno di solidarietà attiva, rilanciandolo con slancio ancora maggiore”. 
Il centro di raccolta e distribuzione è allestito presso la sede dell'associazione culturale Il Veltro, in viale Borri 17/a. I giorni di raccolta sono tutti i mercoledì e giovedì dalle 21.45 in poi. La distribuzione, invece, avverrà, nello stesso orario, ogni terzo giovedì del mese. I generi alimentari con cui si può contribuire sono pasta, riso, conserve e, in generale, tutti gli alimenti a lunga scadenza.
“Abbiamo bisogno del tuo aiuto, aiutaci ad aiutare: dimostra con i fatti – è lo slogan dell’iniziativa – la solidarietà ai tuoi concittadini, l’amore per la tua nazione e l’impegno per il tuo popolo”.


Per contatti e ulteriori informazioni sulla raccolta: 338 4291012 o This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

 

raccoltaalimentare2015

Condividi

Hogar Social Madrid: striscioni di solidarietà in tutta Italia contro lo sgombero

milano
Milano
 
bergamo
Bergamo
 
brescia
Brescia
 
cremona
 Cremona
 
pavia
 Pavia
 
varese
 Varese
 
Condividi

CasaPound Pavia inaugura l'iniziativa "Io ho quel che ho donato"

CasaPound Pavia inaugura l'iniziativa "Io ho quel che ho donato"

Pavia, 16 settembre - Il movimento della tartaruga frecciata da il via all'iniziativa "Io ho quel che ho donato", che si prefigge di raccogliere generi alimentari e indumenti da distribuire alle famiglie italiane in difficoltà. I beni primari potranno essere recapitati tutti i mercoledì e i venerdì dalle ore 21:00, presso la sede pavese "Il Pendolo", situata in via della Rocchetta n.25.

 

 

iohoquelchehodonato

Condividi

Immigrazione: terminata l’occupazione di CasaPound a PonteTresa.

Immigrazione: terminata l’occupazione di CasaPound a PonteTresa.
Varese, 5 settembre – E’ terminata nel primo pomeriggio di oggi l’occupazione che CasaPound Italia Varese ha realizzato all’ex caserma Luigi Moi, a Ponte Tresa, dove è previsto l’arrivo di una cinquantina di extracomunitari.“Come spiegato fin dall’inizio – ricorda Gabriele Bardelli, responsabile provinciale di Cpi – la nostra voleva essere un’azione puramente dimostrativa, per protestare contro le criminali politiche del governo in fatto di immigrazione ed esprimere solidarietà alla cittadinanza costretta a subirle”. “CasaPound – conclude Bardelli – sarà sempre in prima linea contro l’ipocrisia suicida dell’accoglienza indiscriminata, che giova solo ai trafficanti di uomini e agli speculatori e che, se prosegue così, porterà alla fine dell’Italia e dell’Europa.

 

occupazionecaseramsett2015

Condividi

Milano: distribuzione gratuita di materiale scolastico. 5° edizione.

materialescolastico2015

 

Per il quinto anno consecutivo, Sabato 5 Settembre dalle ore 10, CasaPound Milano distribuirà gratuitamente materiale scolastico presso la nostra sede in via Longarone 18/4 - Milano.

Condividi

Immigrati: CasaPound, "La provincia di Pavia ridotta a centro d'accoglienza. Pronti alle barricate come a Roma"

Villanterio, 22 luglio – "Contro l’arrivo degli immigrati siamo pronti a sostenere le barricate dei cittadini, come a Casale San Nicola a Roma". A spiegarlo è il responsabile provinciale di CasaPound Italia Pavia, Jacopo Merlini, all’indomani del consiglio comunale di Villanterio, durante il quale si è parlato dei 22 immigrati fatti arrivare in paese la scorsa settimana. Un decisione contro la quale Cpi era già intervenuta con lo striscione "Immigrati coccolati, italiani dimenticati”.

"Come a Roma e nel resto d’Italia - chiarisce Merlini - diciamo no alla trasformazione del nostro territorio in un centro d'accoglienza a cielo aperto. E diciamo no alla speculazione dei ‘professionisti’ delle cooperative sulla pelle degli immigrati, che avviene con il benestare del governo e di molte altre istituzioni. Portare 48 immigrati in un Comune di 3mila persone equivale a realizzare una piccola invasione. Per questo abbiamo deciso di partecipare al consiglio comunale di ieri".

"Apprezziamo il tentativo del sindaco, Silvio Corbellini, di opporsi agli arrivi, ma - sottolinea l’esponente di Cpi - vediamo fin troppo bene quello che sta accadendo in tutta Italia: i cittadini e gli amministratori che osano rappresentarli davvero vengono scavalcati e delegittimati, fino a trasformare i territori in polveriere".

"La provincia di Pavia, dove il vecchio prefetto ha portato a 650 gli arrivi di immigrati, non fa eccezione: è prontissima a partecipare alla cosiddetta ‘gara dell’accoglienza’, ma non fa nulla per gli italiani. Ma se istituzioni e politici abbandonano i cittadini, noi – conclude Merlini - restiamo al loro fianco". Soprattutto sulle barricate”.

 

This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

 

centroaccoglinza22luglio

 

 

Condividi
   

WEBSUPPORTER  

   

MUTUO SOCIALE  

   

IMMIGRAZIONE  

   

SUPPORTA CPI  

   

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per maggiori informazioni http:/casapoundlombardia.org/index.php/en/privacymativa-sui-cookie

MOD_COOKIESACCEPT_ACCEPT
   
© 2013 - CasaPound Italia Lombardia