CASAPOUND ITALIA  

   

IL VELOCIZZATORE  

   

RNN - REDDITO NAZIONALE DI NATALITA'  

   

EVENTI FUTURI  

  • images/images/stories/slide/iohoquelchehodonato.jpg
  • images/images/stories/slide/volantino_rnn_A5_RGB.jpg
   

Milano: CasaPound contro il centro di accoglienza alla caserma Montello, "Pronti a scendere in piazza con i cittadini"

Milano, 23 agosto - "Giù le mani dalla caserma Montello". È il testo dello striscione affisso da CasaPound Italia Milano per protestare contro la decisione di utilizzare la caserma Montello come centro di accoglienza.

«Da mesi - afferma Massimo Trefiletti, responsabile milanese del movimento - Milano si trova ad affrontare un'emergenza che sembra non avere fine: negli ultimi giorni il numero di immigrati ospitati in città ha superato la soglia dei 3mila e si parla anche di altri arrivi».

«In un territorio in cui gli enti locali fanno fatica a garantire i servizi primari ai propri cittadini - continua Trefiletti - è assurdo pensare di continuare ad accogliere centinaia di presunti rifugiati. Una situazione che dà la misura di quanto la politica istituzionale sia lontano dal paese reale».

«Contro quello che è un business scellerato, portato avanti sulla pelle dei cittadini - conclude l'esponente di Cpi Milano - CasaPound è pronta a scendere in piazza assieme agli abitanti dei quartieri per impedire l'apertura di nuovi centri di accoglienza».

 

caserma

Condividi

Castano Primo: CasaPound a Pignatiello, “Rispetti i cittadini: risponda sull'apertura della nuova scuola materna”

Castano Primo, 26 luglio - "Pignatiello chiacchierone: dove sono trasparenza e collaborazione?". Questo il testo dello striscione affisso dai militanti di CasaPound Italia Altomilanese per protestare contro la mancanza di risposte da parte dell'amministrazione sulla nuova scuola materna.

"Nonostante una campagna elettorale impostata su termini come ‘trasparenza’ e ‘collaborazione’ – si legge in una nota del movimento - il sindaco si ostina a non voler dare risposte chiare in merito all'apertura della nuova scuola materna".
"In consiglio comunale – ricorda Cpi - è stato fatto notare che, oltre a mancare l'approvazione del provveditorato per l’apertura, un documento dell'ufficio regionale dell'istruzione specifica che a Castano Primo non verrà assegnato ulteriore personale scolastico per l'anno 2016/2017".
"Di fronte a queste criticità – prosegue il comunicato - il sindaco, invece di chiarire la sua posizione, ha preferito zittire i consiglieri d’opposizione e i genitori che chiedevano risposte, anche alla luce del rischio di ritrovarsi a settembre senza la nuova scuola materna e con 28 famiglie escluse dalle graduatorie".
"Evidentemente – conclude Cpi Altomilanese - per Pignatiello trasparenza e collaborazione rimangono parole vuote, da utilizzare in campagna elettorale e dimenticare quando i cittadini chiedono un confronto".

 

pignatiello

Condividi

Legnano (MI): Azione di CasaPound contro l'arrivo dei profughi, "La giunta abbandona gli italiani".

Legnano, 7 luglio - "Per l'immigrato c'è sempre posto a Legnano, ma Centinaio dimentica l'italiano": è quanto si legge sullo striscione esposto dai militanti di CasaPound Italia durante la manifestazione di protesta per l'arrivo dei profughi nel Legnanese, che si è svolta nel primo pomeriggio davanti al Comune.

«La giunta Centinaio – spiega il movimento – continua a disinteressarsi della situazione di disagio che sempre più famiglie italiane sono costrette ad affrontare in questo contesto di crisi».

«Non è più tollerabile - si legge ancora in una nota di Cpi - che i presunti profughi continuino a venire ospitati a spese dei cittadini mentre si moltiplicano i casi di italiani che non riescono ad arrivare alla fine del mese o addirittura non hanno più un tetto sopra la testa».

«Siamo di fronte a un vero e proprio business– continua il comunicato - in cui gli unici a guadagnarci sono cooperative e associazioni che, dietro la maschera della solidarietà, lucrano su questo traffico di vite».

 

legnanocentinaio

Condividi

Castano Primo (MI): raccolta di materiale scolastico.

Sabato 9 luglio CasaPound effettuerà una raccolta di materiale scolastico a Castano Primo (MI) in Piazza Mazzini dalle ore 9.30 alle ore 12.30.
Il ricavato della raccolta sarà destinato alle famiglie in difficoltà.

Aiutaci ad aiutare!

 

 

materialescolasticocastano

 

 

 

Condividi

omaggio a Pietro Taricone in tutta Italia: "Il tempo non cancella il ricordo".

“Il tempo non cancella il ricordo”, da CasaPound omaggio a Pietro Taricone nel sesto anniversario della morte

Roma, 29 giugno – Omaggio a Pietro Taricone nel sesto anniversario della morte. “Il tempo non cancella il ricordo. Cieli blu Pietro" è il testo degli striscioni a firma CasaPound Italia affissi in una novantina di città italiane in onore dell’attore deceduto il 29 giugno di 2010 in un tragico incidente con il paracadute. Era stata proprio la sua passione per questo sport a fare da collante con il movimento di Gianluca Iannone: Taricone aveva infatti tenuto a battesimo il gruppo di paracadutismo sportivo di Cpi, Istinto Rapace. “Pietro era un nostro amico e un italiano libero e coraggioso – sottolinea CasaPound in una nota - Un esempio luminoso che, come ogni anno, vogliamo ricordare nelle città dove siamo presenti e in tutte quelle che hanno rappresentato qualcosa nella sua vita: da Caserta, dove è cresciuto, a Roma, la città che gli ha dato la fama, fino a Trasacco, il paese in Abruzzo dove ora riposa”.

 

Foto striscione a Milano

pietro2016

 

Condividi

Altomilanese: CasaPound contro l’ultima follia in fatto di accoglienza: “L’avidità di pochi ricadrà sulle spalle di tutti”

Buscate, 21 giugno - “Il vostro business, la nostra rovina”. È quanto si legge sugli striscioni affissi da CasaPound Italia Altomilanese a Buscate, Arconate, Inveruno, Cerro Maggiore e Legnano.

“Molti cittadini – si legge in una nota del movimento – ci hanno segnalato che le amministrazioni, in accordo con i parroci e la Caritas, stanno invitando chi possiede appartamenti liberi a metterli a disposizione per l'accoglienza dei profughi in arrivo sul territorio”.
“Si tratta di una richiesta scellerata – prosegue il comunicato – che promette di scaricare sui cittadini tutte le inefficienze delle istituzioni. A fronte dei pochi che risponderanno alla richiesta (allettati dal ritorno economico?), infatti, molti dovranno fare i conti con tutti i problemi legati alla presenza di questi nuovi ‘vicini’ non richiesti”. 

 

buscate


“I centri dell’Altomilanese e i loro cittadini – conclude Cpi – non hanno davvero bisogno di essere esposti al rischio di nuove situazioni di degrado e mancanza di sicurezza, ma alle amministrazioni e agli enti religiosi non sembra interessare. Per questo Cpi è pronta a partire con una capillare campagna di sensibilizzazione, che finalmente dia voce ai tanti italiani di questo territorio che si ritrovano, anche loro, abbandonati dalle istituzioni”.

Condividi
   

WEBSUPPORTER  

   

MUTUO SOCIALE  

   

IMMIGRAZIONE  

   

SUPPORTA CPI  

   

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per maggiori informazioni http:/casapoundlombardia.org/index.php/en/privacymativa-sui-cookie

MOD_COOKIESACCEPT_ACCEPT
   
© 2013 - CasaPound Italia Lombardia