CASAPOUND ITALIA  

   

IL VELOCIZZATORE  

   

RNN - REDDITO NAZIONALE DI NATALITA'  

   

EVENTI FUTURI  

  • images/images/stories/slide/iohoquelchehodonato.jpg
  • images/images/stories/slide/volantino_rnn_A5_RGB.jpg
   

Sgombero Colosseo, striscioni CasaPound in 100 città: "Difendere gli italiani non è reato. Simone Di Stefano libero"

Milano, 26 ottobre - "Difendere gli italiani non è reato. Simone Di Stefano libero". Questi gli striscioni affissi questa notte in cento città italiane in solidarietà a Simone Di Stefano, il vicepresidente di CasaPound Italia ai domiciliari dal 29 settembre scorso per essersi pacificamente opposto al brutale sgombero di due famiglie italiane in stato di grave disagio sociale dalla palazzina di via del Colosseo che occupavano da 30 anni, pagando peraltro una indennità di occupazione al Comune.
 
"Simone Di Stefano è ai domiciliari da quasi un mese per avere difeso due famiglie italiane con anziani e disabili dalla violenza inumana di uno sgombero senza alternative - sottolinea il leader di CasaPound Gianluca Iannone - E da quasi un mese quelle stesse famiglie sono costrette a vivere dell'ospitalità di chi le ha accolte, senza nessuna prospettiva per il futuro. Il Campidoglio, infatti, dopo averle messe in mezzo a una strada, non solo non ha trovato per loro nessuna soluzione nemmeno temporanea ma in questi 27 giorni non si è mai degnato di contattarle o riceverle. A prescindere da quale sia il prezzo da pagare, CasaPound continuerà ad essere al loro fianco e al fianco di tutti gli italiani di cui Pd e M5S pensano di poter fare carne da macello perché non hanno padrini a cui votarsi".
 
Foto striscioni lombardi:
 
milano
Milano
 
altomilanese
Altomilanese
 
bergamo
 Bergamo
 
brescia
 Brescia
 
cremona
 Cremona
 
lecco
 Lecco
 
pavia
 Pavia
 
varese
 Varese
 
 
Condividi

Chiari: CasaPound, "Ecco i risultati della vostra accoglienza. Ora basta"

Chiari, 14 ottobre - “Ecco i risultati dell'accoglienza”. Questo è il testo dello striscione che i militanti di CasaPound hanno affisso a Chiari, in relazione allo stupro subito dalla ventiduenne clarense da parte di tre sedicenti profughi ospitati nel comune col progetto di micro accoglienza diffusa.

“Questo fatto atroce – dichiara il responsabile di CasaPound Italia Brescia, Davide De Cesare – è la dimostrazione tangibile di come la tanto elogiata microaccoglienza diffusa sia fallace e di come l’ostinazione con la quale alcuni sindaci di stampo progressista la stanno proponendo, come soluzione alla continua invasione che stiamo subendo, sia solo retorica spiccia di chi non ha il contatto con la realtà”.

“L’indignazione della gente – continua De Cesare – è tangibile e il tono dei commenti alla notizia sui social network è asprissimo e preoccupante: si evocano evirazioni e giustizia sommaria. La responsabilità di questa situazione è tutta di coloro che si nascondono dietro un filantropismo d’accatto per poter fare affari d’oro con la tratta dei nuovi schiavi”.

“lo stupro della ragazza – conclude l'esponente di Cpi – fa crollare in maniera definitiva il cartonato mondo idilliaco della società multirazziale, scoprendo in modo atroce una realtà ben poco rassicurante: tre giovani pakistani ospitati da due anni nelle strutture a carico della collettività hanno dimostrato che questo sistema d’accoglienza non funziona, non è sostenibile ed è pericoloso".

 

accoglienza

Condividi

Milano: presidio di CasaPound Italia. "Stop immigrazione, difendiamo Milano e la Montello".

Milano, 13 ottobre - La Giunta Sala ha riconosciuto nella Caserma Montello un luogo adatto ad accogliere presunti profughi in arrivo a Novembre.
In una città sommersa dall'emergenza profughi, Sabato 15 Ottobre dalle 10.30 alle 17 saremo presenti in Piazza Firenze con un presidio per ribadire la nostra posizione sulla Caserma Montello e su tutta quella linea buonista dell'accoglienza: STOP IMMIGRAZIONE! DIFENDIAMO LA NOSTRA CITTÀ!

presidiomilano2016

Condividi

Legnano: CasaPound e residenti riqualificano il Parco dei Ronchi.

Legnano, 9 Ottobre - Questa mattina i volontari di CasaPound Italia Milano e i residenti del quartiere hanno riqualificato il Parco dei Ronchi.

"È un'area verde centrale per il quartiere, che però - si legge in una nota del movimento - è lasciata nel più completo degrado, tra rifiuti e siringhe". 
"La riqualificazione - prosegue il comunicato - è il primo passo per restituire il parco alle famiglie, visto che è diventato luogo di bivacco per tossicodipendenti e immigrati ospitati nei nuovi centri di accoglienza del territorio".
"Mentre le istituzioni sembrano non rendersi neanche conto delle necessità del territorio - conclude la nota di Cpi - i volontari di CasaPound sono al fianco dei cittadini che vogliono riprendersi i propri quartieri".

 

 

parcoronchi1

parcoronchi2

parcoronchi3

parcoronchi4

Condividi

Varese: presentazione libro "L'identità sacra - Dèi, popoli e luoghi al tempo della Grande Sostituzione".

Venerdì 14 ottobre 2016 Adriano Scianca presso Il Veltro presenta: L'identità sacra. Dèi, popoli e luoghi al tempo della Grande Sostituzione. Introdurrà Stefano Beccardi (CasaPound Varese).
L'appuntamento è per le ore 21.30 in viale Borri 17/A a Varese.
 
conferenzascianca

 

 

Condividi

Lecco: conferenza "Fiume e la Reggenza Italiana del Carnaro".

Lecco 6 ottobre - Conferenza "Fiume e la Reggenza Italiana del Carnaro" con Alessandro Agrì (Ricercatore presso Università di Modena) e Giovanni Luigi Manco (Saggista). Introduce Luca Bonanno (CPI).

L'appuntamento è per sabato 8 ottobre dalle ore 19 presso la Sala Civica di Germanedo (LC), in via dell'Eremo n.28.

conferenza lecco

 

Condividi
   

WEBSUPPORTER  

   

MUTUO SOCIALE  

   

IMMIGRAZIONE  

   

SUPPORTA CPI  

   

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per maggiori informazioni http:/casapoundlombardia.org/index.php/en/privacymativa-sui-cookie

MOD_COOKIESACCEPT_ACCEPT
   
© 2013 - CasaPound Italia Lombardia