CASAPOUND ITALIA  

   

IL VELOCIZZATORE  

   

RNN - REDDITO NAZIONALE DI NATALITA'  

   

EVENTI FUTURI  

  • images/images/stories/slide/iohoquelchehodonato.jpg
  • images/images/stories/slide/volantino_rnn_A5_RGB.jpg
   

Foibe: CasaPound Italia, in tutta Italia in piazza con il Tricolore per non dimenticare

Roma, 7 febbraio - Manifestazioni in tutta Italia, mobilitazione sul web e una maratona radio per dire ''la verità non può essere infoibata''. Anche quest’anno CasaPound Italia promuove una serie di iniziative per non dimenticare i martiri delle foibe. Tra sabato 8 e lunedì 10 febbraio fiaccolate e cortei silenziosi saranno organizzati da Cpi in una cinquantina di città italiane. Commemorazione on line poi, tra le 11 e le 12 del 10 febbraio per la settima edizione di “Io non scordo”, manifestazione virtuale in collaborazione con Radio Bandiera Nera: su social network, blog e forum in migliaia ricorderanno le vittime dei massacri titini con un Tricolore listato a lutto e osservando un’ora di silenzio. Inoltre, a partire dalle 12, il Giorno del ricordo sarà celebrato anche su Rbn, la web radio del movimento, con un lungo speciale fatto di interviste, musica e letture. 

''CasaPound come ogni anno scende in piazza con il Tricolore: in tutta Italia le nostre, come sempre, non saranno iniziative di parte ma manifestazioni di popolo, aperte a tutti coloro che, oggi come ieri, si ribellano a dogmi e verità precostituite e rivendicano con fierezza il loro essere italiani - si legge in una nota - Di fronte a chi vorrebbe ridurre il nostro paese all'ombra di se stesso, a chi ci vuole umiliati, svenduti, ridimensionati a 'espressione geografica' o a parco giochi del resto del mondo, tenere viva la memoria di una tragedia nazionale così a lungo nascosta e mistificata, ricordare quella feroce pulizia etnica e l'esodo forzato di centinaia di migliaia di italiani da Istria, Fiume e Dalmazia, vuol dire in primo luogo riappropriarsi di quell'orgoglio nazionale che una classe politica impotente e asservita, e il caso marò ce lo insegna, tenta più o meno consapevolmente di cancellare ogni giorno''.

 

Ecco una lista provvisoria di alcuni cortei e fiaccolate:

 

Aosta, domenica 16 febbraio via Croci di Città, ore 15.00

Imperia, domenica 9 febbraio rotonda via della Repubblica, ore 16.00

Torino, domenica 9 febbraio corso Cincinnato angolo via Pirano, ore 18.00

Novara, sabato 8 febbraio Villaggio Dalmazia Via Monte San Gabriele, ore 17.30

Savigliano (CN), sabato 8 Febbraio in via Martiri dell Foibe, ore 18.00

Cremona, lunedì 10 febbraio piazza Fiume, ore 21.00

Udine, lunedì 10 Febbraio Piazza libertà, ore 20.30

Bolzano, lunedì 10 febbraio piazzetta Marcella Casagrande, ore 20.00

Riva del Garda, domenica 9 febbraio largo Martiri delle foibe, ore 18.30

Trento, domenica 9 febbraio largo Pigarelli, ore 20.30

Padova, lunedi 10 febbraio Piazza Spalato, ore 20.00

Parma, sabato 8 febbraio via Martiri delle Foibe, ore 16.00

Lucca, sabato 8 febbraio piazzale Verdi, ore 16.00

Macerata sabato 15 febbraio piazza Annessione, ore 17.45

L'Aquila, sabato 8 febbraio Fontana Luminosa, ore 18.00

Perugia, sabato 8 febbraio piazza Grimana, ore 18.30

Civita Castellana (VT), 9 febbraio corso B. Buozzi, ore 19.00

Nettuno (RM), sabato 8 febbraio viale Matteotti ore 17.00

Napoli, domenica 9 febbraio piazza Martiri, ore 10.30

Surbo (Le), sabato 8 febbraio via pisanelli, ore 18.00

Lamezia, sabato 8 febbraio corso G. Nicotera, ore 19.00

Fertilia (SS), domenica 9 febbraio piazza San Marco, ore 18.00

 

Per la Lombardia, l'appuntamento è lunedì 10 febbraio alle ore 21.00 in Piazza Fiume a Cremona.

Info: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

 

 

foibe cremona

Condividi

"Chi lotta non muore mai": CasaPound ricorda Dmytro in 50 città

Milano, 5 febbraio - "Chi lotta non muore mai. Dmytro con noi". È questa la scritta sugli striscioni affissi da CasaPound Italia in 50 città in onore del ventitreenne di Lviv (Ucraina), che ha perso la vita un anno fa travolto da un treno durante l’affissione di uno striscione di solidarietà per i militanti di Cpi Napoli, coinvolti in un assurdo caso di malagiustizia.

This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Le foto:

milano
Milano
 
 
Bergamo
 Bergamo

 

cremona
 Cremona
 
 
 
lecco
 Lecco
 
 
 
varese
 Varese
 
 
Condividi

Foibe: Io non scordo. 10 febbraio a Cremona

Cremona, 2 febbraio - Lunedì 10 febbraio dalle ore 21.00 in piazza Fiume a Cremona si terrà la fiaccolata in onore dei martiri delle foibe.

Info: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

 

foibe cremona

Condividi

CasaPound Italia: "Electrolux: a 700 euro non si lavora, si muore. Grazie Unione Europea".

Solaro (Milano), Azzano San Paolo (Bergamo) 1 Febbraio - ''Se stare nell'Unione europea vuol dire una corsa al ribasso di salari e tutele sociali allora è meglio starne fuori. L'Italia non sarà mai il Bangladesh d'Europa''. Lo afferma in una nota il vicepresidente di CasaPound Italia Simone Di Stefano che boccia come ''indecente e inaccettabile'' la proposta della proprietà svedese di Electrolux di dimezzare gli stipendi negli stabilimenti italiani della società per allinearli a quelli polacchi, nel frattempo peraltro chiudendo la fabbrica pordenonese.

Secondo Di Stefano, ''le responsabilità della disastrosa situazione in cui versa il sistema industriale italiano sono l'ovvia conseguenza della gestione di questo paese negli ultimi 20 anni da parte di una classe politica composta da camerieri dei poteri forti e dell'Ue, che continua ad abbassare la testa, non esitando a sacrificare il futuro del proprio popolo in nome di quei trattati che ci obbligheranno a pagare 50 miliardi da quest'anno''.

''Intervenire in questo sistema economico comatoso è fondamentale - prosegue il vicepresidente di Cpi - tagliare le tasse sul lavoro per favorire investimenti esterni, snellire la macchina farraginosa della burocrazia e rivedere le forme di alcuni contratti è una priorità da affrontare, ma senza intaccare i diritti sociali dei lavoratori, sacrificati più volte in nome di quella cosiddetta competitività, oramai divenuta sinonimo di precarietà. E' inaccettabile che l'Italia diventi il Bangladesh d'Europa, un paese dove si vorrebbe produrre senza diritti sociali, senza regole ambientali e con un sindacato fantoccio e sterile nelle proposte. Occorre che lo Stato intervenga con urgenza nell'economia reale e riscopra il suo ruolo di attore principale per il bene della Nazione, sottraendosi al ruolo infame di esattore delle tasse di Bruxelles''.

This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
 
 
 
 Le foto:
electorlux2
Solaro (Milano) 
 
electroluxbergamo1
Azzano San Paolo (Bergamo)
 
 
Condividi

CPI Milano: Fuori dalla crisi. Uscire dal debito con una moneta sovrana.

Milano, 27 Gennaio - Venerdì 31 Gennaio 2014, dalle ore 21.00 presso il Pub Roccabruna, in Via Longarone 18/4 , Milano.

Interverranno: Alberto Micalizzi (Economista), Giuseppe Maneggio (CasaPound Italia).
 
 
fuoridallacrisiA5
 
info: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
 
Condividi

CasaPound Italia in piazza a Milano per i Marò

Milano, 24 gennaio - Manifestazione di CasaPound Italia per i Marò di fronte al palazzo dove si svolge il ricevimento per la Giornata nazionale della Repubblica dell'India.

24gennaiomar

Condividi
   

WEBSUPPORTER  

   

MUTUO SOCIALE  

   

IMMIGRAZIONE  

   

SUPPORTA CPI  

   

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per maggiori informazioni http:/casapoundlombardia.org/index.php/en/privacymativa-sui-cookie

MOD_COOKIESACCEPT_ACCEPT
   
© 2013 - CasaPound Italia Lombardia