CASAPOUND ITALIA  

   

IL VELOCIZZATORE  

   

RNN - REDDITO NAZIONALE DI NATALITA'  

   

EVENTI FUTURI  

  • images/images/stories/slide/iohoquelchehodonato.jpg
  • images/images/stories/slide/volantino_rnn_A5_RGB.jpg
   

Laveno Mobello (Va): conferenza "Referendum Costituzionale - Pregi pochi, difetti tanti".

Varese, 18 novembre - Venerdì 25 novembre 2016, conferenza "Referendum Costituzionale - Pregi pochi, difetti tanti". Interverranno: On. Alberto Arrighi (CasaPound Italia), Luca Folegani (Orizzonte Ideale). Modera: Claudio Perozzo (Giornalista).

L'appuntamento è per le ore presso: ex Sala Consiliare, P.zza Italia n. 1 a Laveno Mombello (VA).

Tutte le info nella locandina.

 

confe ref

 

Condividi

Mandello del Lario: CasaPound ai cittadini,"Diciamo no insieme all'invasione"

Mandello del Lario , 17 novembre – Anche una delegazione di CasaPound Lecco ha partecipato all’assemblea pubblica tenutasi presso l’oratorio Sacro Cuore di Mandello del Lario dove i sindaci di Abbadia e Mandello, insieme ai parroci e alla cooperativa Arcobaleno hanno incontrato la cittadinanza per “informare in modo dettagliato su come proseguirà l’iniziativa di accoglienza ai profughi e con l’intento di coinvolgere un significativo numero di volontari nella realizzazione di questa esperienza, ripetutamente sostenuta e raccomandata dal vescovo e da Papa Francesco”. 

“Nel corso della serata - spiega Cpi Lecco - abbiamo esposto le nostre perplessità che sono rivolte soprattutto ai sindaci, quali esponenti istituzionali, e alla cittadinanza in merito al progetto di accoglienza per gli immigrati sul nostro territorio". 

"Il rischio che questa accoglienza - prosegue Cpi - diventi una vera e propria invasione è più che concreto, dato che il limite di 3 immigrati ogni mille abitanti verrà superato, come avviene sistematicamente, in nome dell'emergenza continua e infinita”.

“Ci sono già esempi di degrado diffuso dovuti a questo progetto voluto dal Ministero dell’Interno, senza considerare che passati i sei mesi di permanenza nelle strutture messe a disposizione da vari enti o privati, gli immigrati sono forzatamente costretti a ritrovarsi ancora una volta per strada, questa volta senza nessuno che pensi al loro sostentamento e quindi con tutti i rischi per la sicurezza che ne conseguono". 

"Questo – prosegue Cpi Lecco – è da tenere ben presente anche pensando che non tutti hanno diritto all’accoglienza, essendo per la maggior parte clandestini e non profughi provenienti da zone di guerra". 

"Auspichiamo - conclude Cpi Lecco - che le istituzioni nazionali pongano freno all'immigrazione incontrollata, ma ci crediamo poco, per questo invitiamo i cittadini e i loro rappresentati sul territorio a una presa di coscienza dal basso per porre un freno a questa vera e propria invasione”.

 

mandello

Condividi

Bergamo: CasaPound contro il degrado in stazione, "Per intervenire il sindaco aspetta il morto?"

Bergamo, 9 novembre - "Attenzione, zona pericolosa". È l'avvertimento che si legge sulle locandine affisse da CasaPound Italia Bergamo vicino alla stazione ferroviaria e a quella dei pullman, ormai sempre più spesso teatro di gravi aggressioni, anche in pieno giorno.

"Ormai - si legge in una nota di Cpi - siamo al bollettino di guerra. Una situazione che sembra essere tollerata dal sindaco che appare più interessato alle comparsate televisive, che alla soluzione di problemi".

"I cittadini - sottolinea il movimento - sono stanchi di non sentirsi più sicuri nella propria città, governata in sempre più zone dalla legge della giungla invece della legge italiana".

"Chiediamo che le risorse del comparto sicurezza vengano impiegate per garantire la sicurezza dei nostri concittadini, in maniera convincente ed efficace, senza dover attendere il primo caduto di questa sorta di guerra urbana".

 

degrado

Condividi

Grecia: CasaPound ricorda ‘Manolis e Giorgos Immortali’, striscioni in cento città e delegazione a commemorazione Atene

Roma, 2 novembre - Striscioni in cento città italiane con la scritta “Manolis e Giorgos Immortali” e la presenza di una delegazione di Cpi alla commemorazione organizzata ad Atene da Alba dorata: così, anche quest’anno, CasaPound Italia ha voluto ricordare Manolis Kapelonis e Giorgos Fountoulis, i due militanti di Alba Dorata assassinati ad Atene il 1 novembre del 2013.
"Manolis e Giorgos sono nostri fratelli: avevano scelto di impegnarsi per la loro Nazione senza chiedere nulla in cambio, come ogni giorno fanno i militanti di CasaPound nelle strade e nelle piazze di tutta Italia - sottolinea in una nota il leader di CasaPound Gianluca Iannone – A tre anni dal loro insensato e brutale assassinio vogliamo ricordarli come un eterno esempio di militanza e sacrificio”.

 

Foto striscioni lombardi

milano
Milano 
 
bergamo
Bergamo
 
brescia
Brescia
 
cremona
Cremona
 
lecco
Lecco
 
legnano
Legnano (MI)
 
voghera
Voghera (PV)
Condividi

Immigrazione: CasaPound "Altro che accoglienza, in Valsassina sarà invasione"

Barzio (Lc), 2 novembre – “Bando di accoglienza? Non finirà mai l’emergenza!”. È quanto si legge sullo striscione affisso da CasaPound Italia Lecco davanti alla sede della Comunità Montana della Valsassina Valvarrone Val d’Esino e Riviera.

"L’idea di mettere nei piccoli comuni della Valsassina e del lago, oltre che nelle strutture messe a disposizione dalla Prefettura come l’area del Bione o la ex caserma di Airuno, fino a 1200 immigrati - si legge in una nota del movimento - rappresenta una violenza ai danni del territorio".

"Nel bando - ricorda ancora Cpi Lecco - si dice che 'in situazioni eccezionali, determinate da estrema urgenza e necessità e solo per un periodo limitato, può essere concordato tra Prefettura e i vari enti l’ampliamento del numero massimo di persone ospitate in ciascuna struttura' ovvero lo sforamento del rapporto di 3 immigrati ogni mille abitanti, fissato dal Ministero dell’Interno".

"Ma è sotto gli occhi di tutti che ormai l'emergenza è diventata norma, come confermano anche i numeri del Viminale che parlano di più di 22mila arrivi nel solo mese di agosto. Tutto fa pensare, quindi - sottolinea Cpi - che lo sforamento del numero di immigrati non sarà affatto per un 'periodo limitato'".

"Scegliendo di partecipare al bando - conclude il movimento - la Comunità montana si rende complice delle istituzioni nazionali in questo gioco al massacro, mettendosi tra i tanti soggetti per i quali, in fin dei conti, l'immigrazione diventa un business".

 

immigrazionevalsassina

 

immigrazionevalsassina1

Condividi

Immigrazione: da CasaPound Milano un conto alla rovescia per l'apertura della Montello, "Sarà un punto di non ritorno"

Milano, 25 Ottobre - C'è scritto "-7" sui manifesti affissi da CasaPound Italia Milano nei pressi della Caserma Montello. Meno 7 giorni al 1 novembre, giorno in cui i primi richiedenti asilo varcheranno le porte della struttura, riadattata a centro di accoglienza. Si tratta di un countdown per sottolineare che quella data rappresenterà un punto di non ritorno per il quartiere.

"Nella caserma - ricorda il responsabile milanese di Cpi, Massimo Trefiletti - alloggeranno più di 300 profughi, che si aggiungono ai 4000 già ospitati in città, con costi e problemi che sono sotto gli occhi di tutti. Una situazione ormai insostenibile".

"Da oggi iniziamo a contare i giorni che mancano al 1 novembre, quando aprirà il nuovo centro di accoglienza: è un conto alla rovescia verso il disastro cui andiamo incontro con le politiche suicide di questo governo, delle quali la Caserma Montello è un esempio perfetto".

 

 

menosette1

menosette2

menosette3

menosette4

Condividi
   

WEBSUPPORTER  

   

MUTUO SOCIALE  

   

IMMIGRAZIONE  

   

SUPPORTA CPI  

   

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per maggiori informazioni http:/casapoundlombardia.org/index.php/en/privacymativa-sui-cookie

MOD_COOKIESACCEPT_ACCEPT
   
© 2013 - CasaPound Italia Lombardia