CASAPOUND ITALIA  

   

IL VELOCIZZATORE  

   

RNN - REDDITO NAZIONALE DI NATALITA'  

   

EVENTI FUTURI  

  • images/images/stories/slide/iohoquelchehodonato.jpg
  • images/images/stories/slide/volantino_rnn_A5_RGB.jpg
   

Pavia: "#Cambiamodavvero solo uno slogan elettorale per Depaoli", CasaPound dal DEA a Viale Matteotti contro il degrado pavese

Pavia: "#Cambiamodavvero solo uno slogan elettorale per Depaoli", CasaPound dal DEA a Viale Matteotti contro il degrado pavese Pavia, 01 luglio - "#Cambiamodavvero: la DEA di Pavia tra rom, furti ed immondizia" e "#Cambiamodavvero: basta feccia in Viale Matteotti". È quanto si legge sugli striscioni affissi da CasaPound Italia Pavia rispettivamente al Dea del Policlinico San Matteo e sull'allea Matteotti. Insieme agli striscioni, sono state lasciate anche sagome di agenti della polizia locale "per sottolineare l'incuria in cui è abbandonata la città". "Le persone che quotidianamente frequentano l'ospedale - si legge in una nota di Cpi Pavia - si trovano catapultate in quella che sembra essere una favelas più che un'eccellenza della sanità italiana. Tra i viali del San Matteo si è perso il conto dei furti di biciclette, mentre sotto la torre del DEA troviamo una vera e propria discarica". "Per non farsi mancare nulla - prosegue Cpi - quasi ogni mese il parcheggio si trasforma in un campo rom abusivo con tanto di lunghi fili attaccati agli alberi per asciugare i panni e, ciliegina sulla torta, galline di proprietà degli stessi rom che girano liberamente. Impossibile dimenticare, tra gli altri, i venditori abusivi che si aggirano indisturbati tra le auto in sosta". "Stesso discorso - continua la nota - per Viale Matteotti con la sua allea sulla quale, a partire da febbraio, si è assistito ad un incremento preoccupante di reati. Partiamo dagli arresti per spaccio, passando per l'aggressione ai danni di un operatore ASM e finendo con un tentativo di stupro verso una diciannovenne. Oltre a danneggiare l'immagine di Pavia la situazione di Viale Matteotti spacca la maggioranza. Il consigliere Luigi Furini, membro del Partito Democratico e della maggioranza locale, attacca la sua stessa giunta sostenendo come la politica debba prendere in mano la situazione, avvalorando le tesi che sosteniamo da anni".
 

 

az4az3az2az1

Condividi
   

WEBSUPPORTER  

   

MUTUO SOCIALE  

   

IMMIGRAZIONE  

   

SUPPORTA CPI  

   

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per maggiori informazioni http:/casapoundlombardia.org/index.php/en/privacymativa-sui-cookie

MOD_COOKIESACCEPT_ACCEPT
   
© 2013 - CasaPound Italia Lombardia